Quali sono i programmi migliori per creare Siti Web e E-Commerce

La Migliore Piattaforma per Creare un Sito Web

Oggi ho deciso di scrivere un articolo che dividerà le masse. Un po’ come chiedere se sia meglio uno smartphone Android o Apple. Con i fanboy di ciascuna curva che si additano per avere la risposta finale.

Qual è il miglior programma per creare un sito web?

In questo articolo prima ti spiegherò quali soluzioni ci sono a tua disposizione, e i relativi Pro e Contro di ognuna, poi ti darò il mio verdetto finale.

Online esistono migliaia di programmi quindi mi concentrerò su quelli più noti o sui quali reputo valga la pena una riflessione.

Ho preso in esame infatti programmi dedicati principalmente a liberi professionisti, piccole-medie imprese e progetti di startup.

Vuoi un’auto a noleggio o di proprietà?

Immagina un sito come un’auto, e che tu abbia bisogno di un’auto.

Hai di fronte a te due possibilità: noleggio o acquisto.

Noleggio mensile/annuale

Se noleggi un’auto, sai che la manutenzione è compresa nel canone mensile.

Quindi tutti i mesi dovrai pagare per utilizzare l’auto.

Ora, in informatica questa formula si chiama SAAS (Software as a Service) cioè il software ti viene proposto come servizio mensile o annuale.

Acquisto

Se la acquisti dovrai provvedere tu alla manutenzione ordinaria e/o straordinaria.

In informatica si chiama semplicemente software a pagamento 🙂

Noleggio a consumo

Pensa alle formule di noleggio giornaliero come ad esempio il servizio offerto da Car2Go nelle grandi città. Affitti l’auto anche solo per pochi minuti e spendi in base al numero di chilometri che percorri o ai minuti di utilizzo.

Anche questa formula in informatica viene denominata SAAS, appunto il software ti viene offerto come servizio.

Ora che hai capito queste tre formule, immagina di averne a disposizione altre due.

Uso gratuito + servizi a pagamento

Puoi utilizzare l’auto gratuitamente e puoi percorrere solo alcune strade. Paghi se vuoi accendere l’autoradio, l’aria condizionata, viaggiare su determinate strade, ecc.. Questa modalità rientra si chiama Freemium.

Uso gratuito

E infine immagina ora di poter avere a disposizione un auto totalmente gratis per poter circolare liberamente. Ti viene fornita la versione base dell’auto, ma puoi anche o modificarla direttamente tu se hai le competenze da meccanico oppure richiedere l’intervento di un professionista. Alcuni accessori saranno a tua disposizione gratuitamente altri a pagamento. Maggiore è la personalizzazione che richiedi, maggiore sarà l’investimento necessario per assumere un professionista.

Dopo aver semplificato ai minimi termini, hai capito quali sono quindi le opzioni a tua disposizione.

Sito Vetrina o Sito E-Commerce?

Sebbene possiamo definire genericamente con la parola “sito”, più o meno qualsiasi tipo di soluzione per il web, vista l’ascesa del commercio online, si è preferito convenzionalmente chiamare Sito Vetrina quei siti che sono prevalentemente istituzionali e che servono per mostrare informazioni (es. chi è e cosa fa il tuo prodotto/servizio, prenotare appuntamenti, ecc..), e “Sito E-Commerce” i siti che consentono di acquistare sullo stesso un prodotto/servizio.

Esistono poi anche soluzioni ibride che consentono sia di avere una parte per mostrare informazioni sia di vendere sopra i tuoi prodotti o servizi.

Programmi per creare un Sito Vetrina

Entriamo ora nel vivo e partiamo dai migliori programmi per creare un sito vetrina, cioè un sito per presentare la tua azienda e i tuoi servizi.

WordPress

Nasce nel 2003, con uno scopo ben preciso: creare blog, in modo semplice. E gratuito. In oltre 20 anni, WordPress è diventato il più diffuso programma al mondo per creare siti web (questo sito su cui stai leggendo l’articolo è stato fatto con WordPress).

Classifica w3techs WordPress

Il sito w3techs analizza la quota di mercato delle tecnologie di tutti i siti del mondo. WordPress si posiziona come leader indiscusso.

Beh parto con il dirti che WordPress è gratis. Ti basterà acquistare un buon spazio web, e ti consiglio Siteground che è ottimizzato per WordPress, beneficiando inoltre di un importante sconto. Sempre tramite Siteground lo potrai configurare in pochi e semplici passaggi attraverso un’installazione guidata. Non dovrai neanche scaricare il pacchetto dell’ultima versione di WordPress, in quanto potrai procedere con la configurazione di base in autonomia sul loro sito. Io stesso utilizzo Siteground da oltre 5 anni e ne sono pienamente soddisfatto.

Hosting Siteground WordPress

Siteground è uno dei migliori spazi web ottimizzati per installare WordPress

Ma com’è possibile tutto questo successo, se WordPress è gratis?

La licenza con cui viene distribuito questo software è open source, cioè significa che il codice di programmazione con cui è stato scritto, è stato reso completamente leggibile e modificabile da qualsiasi utente. Fortunatamente il mondo è pieno di volontari che desiderano creare qualcosa di bello e funzionante solo per il gusto di farlo. E così migliaia di persone di tutto il mondo, donano gratuitamente il loro tempo e la loro conoscenza ogni giorno per migliorare WordPress.

Negli anni la comunità di WordPress ha creato uno store in cui trovare oltre 50.000 plugin installabili sul proprio sito per espanderlo con numerose funzionalità. Alcuni sono completamente gratuiti, altri a pagamento se si desidera sbloccare funzionalità aggiuntive.

Tra i miliardi di siti che utilizzano questo programma, ci sono anche diversi siti molto popolari come ad esempio il sito della Walt Disney o quello di Katy Perry.

Ora di seguito ti elencherò i PRO e i CONTRO che ho trovato in WordPress per fornirti una panoramica più completa:

PRO

  • Numerose guide online
  • Migliaia di temi disponibili
  • Possibilità di aggiungere anche la sezione E-Commerce con il plugin di WooCommerce
  • Ottimo per siti vetrina e blog
  • Store di plugin con una vasta scelta
  • Possibilità di adeguare le funzionalità in base alle esigenze
  • Gratuito

CONTRO

  • La struttura del database di WordPress diventa poco performante all’aumentare delle pagine (oltre 10.000)
  • Il caricamento delle pagine deve essere ottimizzato sia tramite la scelta di un ottimo spazio web sia tramite plugin di cache.
  • L’installazione di troppi plugin può causare errori e/o rallentamenti

CONSIDERAZIONI

WordPress è sicuramente una soluzione che mi sento di consigliare a coloro i quali, anche senza particolari esperienze tecniche, desiderano creare un sito web vetrina o un sito web ibrido (sito vetrina + e-commerce).

La sua vasta possibilità di personalizzazione e la scelta di temi disponibili, lo rendono un ottimo programma per progetti di piccole-medie imprese e startup. Per avere sin da subito facilità nella configurazione e ottime performance è necessario tuttavia affidarsi ad un buon hosting.

Mi raccomando alla scelta dei plugin in fase di realizzazione del sito e soprattutto alla compatibilità tra loro. Un’errata disinstallazione potrebbe “sporcare” il vostro database e generare errori.

Attenzione però, tra creare un sito “bello” e creare un sito “buono” c’è un abisso. Installare un tema preconfezionato e creare qualche paginetta non significa saper utilizzare WordPress, anzi probabilmente si è solo al 30% delle sue potenzialità.

Joomla

Nasce nel 2005, e ha visto un suo picco di crescita fino al 2013 circa, per poi essere surclassato (come quota di mercato) da WordPress.

Anche Joomla è gratis. Anche Joomla è installabile in pochi click su Siteground.

Ha anch’esso uno store di circa 9.000 plugin, di cui molti a pagamento. A differenza di WordPress gli sviluppatori che ruotano intorno alla community di Joomla, prestano maggiore attenzione alla compatibilità dei plugin che vengono caricati.

Joomla Pannello di Controllo

Il pannello di controllo di Joomla

A differenza di WordPress, Joomla richiede più tempo per l’apprendimento.

Ora di seguito ti elencherò i PRO e i CONTRO che ho trovato in Joomla per fornirti una panoramica più completa:

PRO

  • Il database è maggiormente ottimizzato rispetto a quello di WordPress
  • Tempi di caricamento pagine ridotti
  • Joomla regge bene anche i progetti complessi con migliaia di pagine
  • Gratuito

CONTRO

  • Pannello di controllo poco intuitivo
  • Dedicato ad utenti intermedi con buone basi tecniche
  • Poca innovazione negli ultimi anni
  • Le app dello store sono funzionali ma alcune non valgono il prezzo pagato

CONSIDERAZIONI

Joomla è uno strumento che negli anni ha sempre svolto il suo compito ma senza mai brillare. Credo che l’adozione massiccia di WordPress abbia fatto perdere un po’ di vista “l’utente tipo” che utilizza Joomla. Se dovessi cercare di trovare un target di utilizzatori ben definito, lo vedrei più indicato per una persona con delle basi tecniche di livello medio, che all’occorrenza riesca anche a mettere mano al codice e ai file. Se la quota di mercato di WordPress dovesse continuare ad aumentare, Joomla potrebbe diventare un programma sempre più dedicato ad una nicchia di affezionati.

Website X5 Evolution

Un programma che nasce dall’azienda italiana (di Ivrea) Incomedia Srl. Un software che negli anni ha saputo rinnovarsi e adattarsi alle esigenze del mercato. Consente di creare sito web, blog ed e-commerce attraverso un’interfaccia semplificata.

A differenza di altri software in circolazione, che è necessario installare su server prima di iniziarci a lavorare, Website X5 Evolution viene installato direttamente sul tuo PC (al momento non è ancora disponibile su Mac).

Una volta installato potrai creare il tuo sito web semplicemente trascinando i moduli. Ti lascio di seguito un video introduttivo che ti aiuterà a comprendere meglio.

Una volta completato il progetto potrai o installarlo sullo spazio web reso disponibile dall’azienda, oppure su un tuo hosting.

Il programma viene proposto in due versioni: EVO (89,95€ una tantum) e PRO (199,95€ una tantum). Sulla pagina tariffe potrai conoscere le diverse funzionalità tra i due pacchetti.

Attraverso questo link potrai beneficiare di un’importante sconto sui due pacchetti.

E disponibile anche uno store in cui acquistare funzionalità aggiuntive tramite dei crediti acquistabili.

Ora di seguito ti elencherò i PRO e i CONTRO che ho trovato in Website X5 Evolution e ti fornirò una panoramica più completa:

PRO

  • Prezzo fisso (nessun abbonamento mensile)
  • I siti creati sono responsive per mobile (adattano quindi il contenuto su dispositivi come smartphone e tablet)
  • Facilità di utilizzo soprattutto per i principianti
  • Copre tre aree: sito, blog ed E-commerce
  • Possibilità di gestire gli ordini e l’inventario dell’E-Commerce tramite app
  • Buon software per progetti ibridi

CONTRO

  • Non disponibile in modo nativo per il Mac
  • I plugin dello store sono ancora limitati
  • Alcuni limiti di personalizzazione

CONSIDERAZIONI

Website X5 Evolution è un programma che è stato curato ed aggiornato negli anni. Ha un target ben specifico di clienti, e cioè chi non ha alcuna conoscenza tecnica, ma desidera arrivare ad un discreto risultato.

Mi sento di consigliarlo a chi desidera creare un sito ibrido, potendo così creare una parte vetrina, una parte e-commerce e una parte blog. Se invece si desidera avere un programma specifico e scalabile in un’area specifica (esempio solo e-commerce), meglio guardare altrove.

Un ulteriore aspetto interessante è sicuramente il prezzo, ottimo per le funzionalità offerte.

Ideale quindi per iniziare a fare i primi passi online, per poi valutare se passare a soluzioni superiori.

Programmi per creare un E-Commerce

Ora partiamo invece dai migliori programmi per creare un sito E-Commerce, cioè un sito per vendere i tuoi prodotti.

WooCommerce

Non è un vero e proprio programma, bensì un’estensione per WordPress.

Dopo aver installato WordPress, troverai WooCommerce all’interno dello store dei plugin, in pochi click potrai quindi abilitare le funzionalità di vendita.

WooCommerce è un estensione creata direttamente da Automattic, ovvero la principale azienda commerciale partner della fondazione WordPress.

L’estensione di WooCommerce, con tutte le funzionalità di base è disponibile gratuitamente, e alcune funzionalità avanzate potranno essere acquistate a parte.

Pagina Prodotto WooCommerce

Un esempio della pagina prodotto modificabile su WooCommerce

Per l’installazione anche qui Siteground ti viene in soccorso, fornendoti uno spazio web ottimizzato, per rendere più veloce il tuo sito che utilizzerà WooCommerce.

La versione gratuita ha tutte le funzionalità necessarie per caricare i prodotti e vendere sin da subito.

Ora di seguito ti elencherò i PRO e i CONTRO che ho trovato in WooCommerce e ti fornirò una panoramica più completa:

PRO

  • Versione base gratuita
  • A meno che tu non abbia necessità di avere funzionalità particolari, la versione base coprirà le tue esigenze
  • Molta documentazione online
  • Possibilità di gestire gli ordini e l’inventario dell’E-Commerce tramite app scaricabile gratuitamente
  • Si integra in modo semplice con WordPress
  • É possibile integrare WooCommerce anche per la vendita di servizi (non solo prodotti)

CONTRO

  • WooCommerce condivide lo stesso database di WordPress. Pertanto indicativamente dopo i 20.000 prodotti sarà necessario procedere con delle ottimizzazioni tecniche lato codice e lato server, onde evitare rallentamenti in fase di caricamento delle pagine

CONSIDERAZIONI

WooCommerce ha ormai raggiunto una completa maturità dopo oltre 10 anni dalla sua nascita, e si stima che oltre il 30% di siti E-Commerce nel mondo lo utilizzino.

Essendo completamente gratuito ha avuto infatti un’enorme diffusione sul mercato. Ha alcuni limiti dovuti alla gestione del database da parte di WordPress, tuttavia questi possono essere raggirati con un’ottima configurazione iniziale, un ottimo spazio web e una ordinaria manutenzione.

Consiglio WooCommerce a chi già è intenzionato a utilizzare WordPress, e dar vita quindi a progetti ibridi composti sia da una parte più vetrina (dando ampio storytelling al proprio brand/servizio) sia da una parte di pura vendita di prodotto/servizio.

Shopify

É una piattaforma per creare siti E-Commerce, nata nel 2006 in Canada.

Fino al 2014 era utilizzata principalmente negli USA, per poi farsi spazio in tutto il mondo. In Italia sale alla ribalta con nuovi utilizzatori durante la pandemia del 2020.

Shopify è completamente in SAAS, ciò significa che non devi installare nulla. Attraverso una registrazione guidata sul sito di Shopify, potrai partire con la creazione del tuo negozio online. Si auto-aggiorna da solo, senza richiedere interventi tecnici. All’interno dei loro piani mensili è già incluso lo spazio web, pertanto non ti dovrai preoccupare neanche di questo.

Shopify si concentra su una cosa e lo fa al meglio: aiutarti a vendere online.

Pannello Controllo Shopify

Il pannello di controllo di Shopify è molto semplice da utilizzare

All’interno di Shopify troverai una sezione con una vasta disponibilità di plugin installabili.

Tra le altre funzionalità degne di nota c’è sicuramente Shopify POS per chi ha un negozio fisico: una app installabile su smartphone e tablet che ti consente di raccogliere gli ordini per conto del tuo cliente.

Unendo così le potenzialità di Shopify e di Shopify POS i tuoi clienti potranno:

  • Acquistare online e ritirare in negozio
  • Acquistare in negozio e farsi spedire i prodotti direttamente a casa
  • Scegliere in negozio e acquistare poi online
  • Pagare con il loro metodo preferito
  • Acquistare buoni regalo online sul tuo sito e utilizzarli poi nel tuo negozio
Shopify POS

Shopify POS ti consente di raccogliere gli ordini dei tuoi clienti direttamente in negozio

Come vedi le potenzialità con Shopify sono tante.

Tutto questo non è però gratis: gli abbonamenti di Shopify partono da $ 29 al mese, a cui va ad aggiungersi una transazione sulle vendite (che varia in media dallo 0,5% fino al 2% in base all’abbonamento selezionato).

Per quanto riguarda invece l’aggiunta di Shopify POS, la versione base è già inclusa in tutti i piani di Shopify, mentre la versione PRO ha un costo di $ 89 al mese per ogni sede del negozio in cui lo vorrai utilizzare e include funzionalità aggiuntive.

La maggior parte dei plugin disponibili sono inoltre a pagamento (quasi sempre anch’essi con un piano mensile), ma beneficiano sicuramente di un’ampia compatibilità, risultando la maggior parte delle volte esenti da bug ed errori, in quanto vengono validate dal team di Shopify prima di essere pubblicate sullo store ufficiale.

Anche per Shopify è possibile gestire gli ordini tramite l’app gratuita scaricabile.

Ora di seguito ti elencherò i PRO e i CONTRO che ho trovato in Shopify e ti fornirò una panoramica più completa:

PRO

  • Innovativo
  • Ha tutte le funzionalità per gestire in modo corretto un negozio online
  • I plugin disponibili sono prima validati e garantiscono una piena compatibilità
  • Shopify POS è un ottimo strumento per unificare le vendite online all’interno del tuo negozio fisico
  • Tempi di messa online ridotti
  • Sistema di pagamenti già integrati
  • Tempi di caricamento delle pagine rapido in quanto i negozi di Shopify vengono ospitati su un sistema di CDN (propagazione dei contenuti)
  • Usabilità e semplicità ottimizzate

CONTRO

  • Sebbene stia facendo passi da gigante mese dopo mese, il motore di personalizzazione delle pagine di Shopify consente al momento ancora una personalizzazione limitata. Se si desidera quindi aggirare questi limiti sarà necessario utilizzare applicazioni a pagamento disponibili sullo store, ma non sempre il risultato sarà soddisfacente
  • Non utilizzabile per la vendita di servizi, ma esclusivamente prodotti fisici

CONSIDERAZIONI

Come avrai potuto comprendere, Shopify è uno strumento relativamente giovane e in continua evoluzione. Il target di clientela di Shopify sono negozi piccoli e medi, per le aziende grandi esiste una soluzione dedicata chiamata Shopify Plus (l’abbonamento mensile parte dai 3.500 dollari al mese).

Sono sicuro che nei prossimi anni, sarà il software dedicato al settore E-Commerce, con il maggior tasso di crescita in termini di quote di mercato. Negli USA e in Canada l’azienda sta già testando una logistica proprietaria per assicurare spedizioni veloci ai venditori che utilizzano Shopify.

Alcuni rumors indicano inoltre che la direzione che intende prendere Shopify in futuro, sia quella di creare un marketplace proprietario, in diretta concorrenza con Amazon.

Sebbene non sia gratuito, resta a mio parere tra i migliori software in circolazione per chi vuole creare un sito E-Commerce senza troppi fronzoli.

Considerazioni Finali

Spero che grazie a questo articolo tu sia riuscito ad avere una panoramica più chiara dei migliori programmi a disposizione. Come ti ho preannunciato all’inizio, le soluzioni sul mercato sono davvero molte, ognuna con caratteristiche e funzionalità diverse. Non ho volutamente inserito ad esempio Magento, in quanto dopo gli ultimi aggiornamenti rilasciati, punta ad un segmento di clientela Enterprise e ha dei costi di manutenzione decisamente considerevoli per una PMI.

Le soluzioni che al momento preferisco per i miei clienti sono WordPress, a cui solitamente aggancio WooCommerce nel caso in cui si necessiti di un sito vetrina o ibrido, e Shopify per un sito destinato principalmente all’uso come E-Commerce.

Sebbene molti programmi consigliati in questo articolo siano gratis ricordati che c’è un enorme differenza tra: “fare un sito” e “fare un sito che funzioni e che porti risultati”.

Nel caso in cui tu abbia scelto la seconda opzione, puoi contattarmi attraverso questa pagina. 😉

guest
3 Commenti
Feedback in linea
Visualizza tutti i commenti
Federico
Federico

Ottimo articolo davvero creato da persona del settore, si vede subito da come ne parli nel dettaglio!

Pietro
Pietro

Ciao collega, volevo farti i miei migliori complimenti, davvero un’ ottima spiegazione.

COME POSSO AIUTARTI

Hai un progetto di business in mente ma non sai da che parte iniziare, o vorresti dare maggiore visibilità alla tua attività commerciale per avere più clienti grazie al web?